La crescita di chi sta crescendo.
  • Il Presidente Draghi ha sostenuto di recente che lo scarso utilizzo dei giovani nel mercato di lavoro riduce la crescita. Quale futuro per i giovani? Ci sarebbe anche un’altra interessante domanda: Quale presente con i giovani?
    La ricerca mette nuovamente in evidenza la situazione dei NEET e le difficoltà nella delicata transizione scuola lavoro. Noi stiamo parlando di crescita e sviluppo solo in riferimento agli aspetti economici e produttivi. Un investimento importante nella scuola, nella ricerca e verso un collegamento tra questi due elementi con il mercato del lavoro non potrebbe rappresentare una soluzione di ampio respiro in termini di sviluppo?
  • La Ricerca presentata è sicuramente una ulteriore prova dell’eccellenza italiana. Non lo affermo in maniera polemica, ma non si può non registrare che negli ultimi anni in cui la crisi si è manifestata concretamente, operazioni di analisi, studio e approfondimento si sono fortemente intensificate e affinate. I problemi oggetto delle analisi però rimangono e si intensificano e chi è stato chiamato o meglio eletto per produrre soluzioni di fatto ha abdicato al proprio ruolo sminuendo il valore fondamentale della Istituzione che rappresenta.
    Siamo governati da tecnici che si figurano come una ulteriore eccellenza dell’Italia nel Mondo. Una eccellenza purtroppo lontana dal sentire, dai problemi reali, dalla definizione di bene comune delle persone comuni.
    Se alziamo lo sguardo oltre i confini, come siamo abituati a fare come giovani, possiamo osservare una condizione non dissimile da quella nostrana anche in Europa. Si parla infatti di un’Europa unita sotto il profilo politico quale soluzione per uscire dalla morsa della crisi economico finanziaria. Ma non si registrano passi avanti verso quella direzione.
    Non ci sono più progetti, politiche e soluzioni tarate sul lungo periodo. Come se la fantasia fosse defunta.
    Allora la mia domanda, come giovane che esige di partecipare e dare/avere messaggi positivi è la seguente e rivolta a tutti: Verso quale Italia ci stiamo traguardando da qui ai prossimi vent’anni?
  • Voglio uscire dalla crisi

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!